Serena Cimatti  –  Cani: Thor, Bella.

ABOUT ME

Avevo 9 anni quando per la prima volta un cane è entrato a far parte della mia vita, si chiamava Gemma ed era una cucciola di Labrador. Gemma era il cane perfetto, come quelli che si vedono nei film; certo, qualche pasticcio lo abbiamo combinato ma eravamo sempre complici e inseparabili. Più per gioco che per vera necessità, abbiamo frequentato un corso di educazione di base all’ACS di Imola: una bambina insieme al suo cucciolo di 6 mesi, vi lascio solo immaginare cosa possa esserne saltato fuori! Ma allora poco mi importava, visto che il nostro rapporto era già completo così com’era. Nei successivi 13 anni siamo cresciute insieme e, solo adesso me ne rendo conto, è stata lei a prendersi cura di me piuttosto che il contrario.

Dopo più di un decennio un nuovo arrivato ha fatto ingresso nella mia vita, Thor, il cane che è tuttora al mio fianco. Ero presuntuosamente convinta che “visto un cane, visti tutti” e così ho iniziato il nuovo percorso insieme a lui cercando ogni volta di rivedere in quel cucciolo quello che era stata Gemma prima di lui. Thor mi ha insegnato la lezione più importante di tutte: ogni cucciolo, ogni cane, è un individuo unico e irripetibile, per questo va cresciuto tenendo presenti le sue caratteristiche e necessità specifiche. Con Gemma ero solamente stata fortunata e quello che avevo fatto, o non fatto, era andato bene per lei, ma non per Thor. Una volta cresciuto, infatti, ha iniziato a manifestare diversi problemi comportamentali che da sola non riuscivo, non solo a risolvere, ma nemmeno a controllare. Ed è a questo punto della mia storia che mi è tornata utile quell’esperienza con Gemma all’ACS che fino ad allora pensavo superflua. Così sono tornata al campo, questa volta perché avevo bisogno di aiuto, e lì ho conosciuto Eva Cabassi. Insieme abbiamo riso e pianto mentre lavoravamo i problemi del mio cane, sì, ma anche e soprattutto sradicavamo i miei preconcetti! Più lavoravo con Thor, più il mio rapporto con lui migliorava e più cresceva la mia passione nel fare quello che facevamo insieme, tanto che ad un certo punto Eva lo ha percepito e mi ha proposto di affiancarla al campo. È stata l’occasione per vedere tanti cani, conoscere tante storie tutte diverse, fare nuove esperienze e acquisire una nuova importantissima consapevolezza: ogni cane va in primis capito e poi addestrato. Non c’è complicità se non c’è rapporto e certe volte bisogna guadagnarseli.

Ad oggi non ho ancora smesso di imparare e so che non si finirà mai! Ho due cani, Thor e Bella, con i quali svolgo diverse attività, tra cui Agility Dog, Dog Dance e il progetto “Qua la zampa!”.

Contatti

Contattateci per un appuntamento!