ASSOCIAZIONE CINOFILA SANTERNO

EVENTI

LEGGI LE NOTIZIE

Grazie a tutti

Una bella carrellata di foto per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alle ESIBIZIONI DI MAGGIO dell’ACS…CONDUTTORI E CANI!!!

7 Maggio FESTA DEGLI ALBERI

presso l’Istituto di Agraria Scarabelli a Imola

22 Maggio NATURALMENTEIMOLA

presso il Parco delle Acque Minerali di Imola

Festa dello sport

Con imperdonabile ritardo ringrazio tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione e alla buona riuscita della nostra presenza alla Festa dello Sport di domenica 6 giugno a Imola:

Alessandra, Serena, Giorgia e Davide, Marialuisa e Davide, Paolo (il nostro fotografo!), Marta, Stefania e tutti i corsisti che sono passati “a fare un saluto”.

Inoltre complimenti a Marta e Molly per il bel podio alla prova under 18, brave!

ESIBIZIONI(STI)!!!

Carissimi Soci,
si apre la stagione delle esibizioni ACS, vi ricordo le date degli appuntamenti:

DOMENICA 27 GIUGNO – Sagra dell’Albicocca, presso il campo sportivo di Casalfiumanese (Imola-Bo)

– ore 16,00 Esibizione Obbedienza
– ore 16,30 Sfilata del Bastardino
– a seguire Esibizione Agility Dog
– cena tutti insieme negli stand della sagra (appuntamento da non perdere!)

SABATO 3 LUGLIO – Festa in Centro, Fontanelice (Imola-Bo)

– ore 21,30 Esibizione Agility Dog

MERCOLEDì 14 LUGLIO – I Mercoledì dell’ASCOM, piazza Matteotti – centro storico, Imola

– ore 21,30 Apertura iscrizioni Sfilata del Bastardino (come sempre con i ricchissimi premi offerti dal negozio Mondo Cucciolo!)

– a seguire Esibizione Obbedienza e Agility Dog

Ricordo a tutti gli agilitisti di confermare la loro presenza a Serena.

Tutti coloro che desiderano darci una mano e condividere con noi il piacere e il divertimento di qualche ora con il proprio cane sono graditissimi.

Il mio cane

Il mio cane si chiama Eva ed è un Boxer.

È molto vivace. Si capisce perché lei può saltarti addosso appena ti vede.

Le piace molto giocare ed è buffa visto che il suo muso sembra sempre triste.

È anche affettuosa perché mi lecca appena mi avvicino (se non è depressa).

Eva mi protegge se crede che sono in pericolo.

Quando di solito si diverte (e succede spesso) diventa una scondinzolona cioè scodinzola con la coda.

Il suo muso è nero, lucente e triste, ha occhi languidi, ha un muso a patata.

Vicino al collo c’è un puntino bianco che ricorda una stella.

Ha orecchie lunghe e mollicce, ha il pelo fulvo e morbido come un cuscino, ha un corpo talmente magro che si vedono le costole, ha le zampe candide e morbide come una pecora, ha dei denti talmente aguzzi che appena prende una fune è quasi impossibile levargliela e ha infine una coda molto lunga.

Devo dire che non potevo avere un cane migliore.

Niccolò Tonin, 9 anni

Dispensa Puppy N°5. L’arrivo a casa.

E’ indicato portare a casa il cucciolo di giorno in modo che, una volta arrivato, abbia a sua disposizione del tempo per ambientarsi e soddisfare la sua naturale curiosità, prima delle ore notturne.

Il cane è un animale sociale e il cucciolo, abituato fino a quel momento a stare continuamente in compagnia della madre e dei fratelli, avrà difficoltà (soprattutto durante i primi giorni) a stare da solo.

Per questo motivo, isolare per la notte il cucciolo in una stanza, è facilmente fonte di insonnia per tutta la famiglia…quindi non è sbagliato, durante la prima notte, scegliere di far dormire il cucciolo vicino a noi per tranquillizzarlo, sempre che poi, gradualmente, si abitui il cane a dormire in un luogo destinato solo a lui.

Prima di portare il cucciolo a casa è opportuno stabilire quali spazi gli saranno messi a disposizione e quali eventualmente vietati, tenendo presente che non è ancora in grado di controllare i suoi bisogni, e che quindi sporcherà spesso.

In genere i cuccioli hanno l’impulso di mordicchiare qualsiasi cosa. Il cane che rosicchia scarpe, mobili o altro, spesso lo fa per passare il tempo, per curiosità o perché sta cambiando i denti, e sente quindi un notevole fastidio; non dovremmo quindi reprimere questa sua tendenza, ma semplicemente dirottarla verso gli oggetti giusti: quando ci si accorge che sta rosicchiando un oggetto non adeguato, occorre invitarlo ad addentare un giocattolo o un osso di pelle di bufalo, facendoglielo mordere e muovendoglielo, in modo che stringa la presa. Non si deve mai punire fisicamente il cane: se commette qualche azione non accettabile, è meglio un tono di voce fermo, e la prontezza di proporre al cane un’alternativa. È fondamentale poi lodare il cane nel momento in cui interromperà l’azione sgradita e/o sceglierà l’alternativa da noi proposta.

Non fatelo giocare con scarpe o indumenti vecchi: non li distinguerà dai nuovi.

E’ molto utile fargli spendere energia quando è sveglio, portandolo in passeggiata, facendolo giocare con altri cuccioli e cani adulti equilibrati, in questo modo si stancherà e non si sfogherà sui mobili di casa o su altri oggetti a lui vietati.

Va inoltre ricordato che l’educazione del cucciolo inizia dalla sua entrata in casa e deve essere graduale e costante.

La lode e la gratificazione (utilizzando anche un bocconcino gradito) in queste occasioni costituiscono ottimi incentivi, che renderanno, da subito, il cane collaborativo nell’apprendere.
Va sempre ricordato che, per ottenere dei risultati, è necessaria una tenacia maggiore della sua e una grande pazienza.

FELICE 2010 A TUTTI

Terminate le festività natalizie (GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO PARTECIPATO ALLA CENA DI NATALE DELL’ACS!) e dopo le intense nevicate di dicembre (BELLA LA NEVE, PERò…), con il Nuovo Anno RIPRENDONO LE ATTIVITÀ AL CAMPO.
A proposito di NEVE…ecco per voi un breve reportage fotografico del campo e un simpatico video, a cura delle
Intrepide (Alessandra&Eva) e dei loro
Nanetti (Jenna, Chaos, Geca e Flag)
…e un’inedita Educatrice Cinofila Natalizia.

Dispensa Puppy N°4. Il Kit del cucciolo.

E’ importante organizzare per tempo l’arrivo del cucciolo nella nostra casa.
Con un po’ di attenzione è possibile fare da subito gli acquisti giusti per dare al cucciolo tutto quello di cui ha bisogno:

  • LA CUCCIA: relativamente alla taglia, si potrà scegliere una cuccia imbottita e sfoderabile o una brandina che terrà il cane maggiormente isolato dal pavimento. Sono da escludere le ceste in vimini che possono essere rosicchiate e ingoiate, e quindi pericolose.
  • LA CIOTOLA: occorrono due ciotole, una per il cibo e una per l’acqua. Le migliori sono quelle in acciaio, più resistenti e facili da pulire. Esistono ciotole di una particolare conformazione tale da impedire ai cani con orecchie lunghe e pendenti di sporcarle nel cibo. Altre ancora possono essere tenute sollevate da terra per quei cuccioli che tendono a rovesciarle con le zampe.
  • COLLARE E GUINZAGLIO: un collare a fascetta e un guinzaglio fisso, lungo circa 1,50 mt. Inizialmente è bene orientarsi su quelli in nylon, leggeri e quindi più confortevoli per il cucciolo; i collari con la chiusura a scatto sono particolarmente pratici perchè facili e veloci da indossare.

Se il cucciolo “tira”  molto al guinzaglio, in previsione comunque di ottenere una condotta più confortevole per entrambi, si potrà optare per una pettorina che eviterà al cucciolo sensazioni fastidiose al collo e difficoltà nella respirazione.
Da evitare collari “a strozzo” o altri strumenti coercitivi.

  • L’IGIENE: una spazzola/pettine consona al tipo di mantello (pelo corto, lungo, ruvido…) e, quando la stagione o la situazione ambientale lo richiede, un prodotto antiparassitario.
  • I GIOCATTOLI: per stimolare il cucciolo con diverse tipologie di giocattolo e scoprire le sue preferenze: un giocattolo in gomma (attenzione che il cucciolo non lo faccia a pezzi e lo ingoi), un nodo in stoffa e una pallina. Alcune ossa di pelle di bufalo da rosicchiare.
  • IL TRASPORTINO: in commercio esistono diverse marche di “trasportini” , ovvero “gabbiette” per il trasporto del cane. Sono fondamentali in auto per evitare che il cane venga sballottato ad ogni curva, per viaggiare sicuri ed evitare che il cane si spaventi o soffra di “mal d’auto”, ma non solo: in casa il trasportino può diventare per il cane un luogo tranquillo e rassicurante e per noi un’occasione per contenere il cane in diverse occasioni (mentre puliamo casa, in occasione di visite di persone che non amano la sua compagnia…). In casa è possibile utilizzare anche una “gabbia pieghevole” o un recinto per cuccioli; se abituato correttamente, da subito diverrà per il cucciolo una “tana” e per noi una grande comodità.

Inoltre, ricordiamoci di avere sempre con noi alcuni sacchettini per raccogliere i bisogni del cucciolo nell’ambiente urbano.

Contatti

Contattateci per un appuntamento!